“Links 2 3 4”: testo, traduzione e significato

"Links 2 3 4" è la seconda traccia di "Mutter", il terzo  album dei Rammstein, pubblicato il 2 Aprile 2001.

Testo e Traduzione (da www.metalgermania.it)

Links 2 3 4 - Sinistra 2 3 4

Testo originale
Testo ©2001 Rammstein
Traduzione in Italiano
Traduzione ©2006 / 2015 Daniele Benedetti

Kann man Herzen brechen
können Herzen sprechen
kann man Herzen quälen
kann man Herzen stehlen

Sie wollen mein Herz am rechten Fleck
doch seh ich dann nach unten weg
da schlägt es links

Können Herzen singen
kann ein Herz zerspringen
können Herzen rein sein
kann ein Herz aus Stein sein

Sie wollen mein Herz am rechten Fleck
doch seh ich dann nach unten weg
da schlägt es links
links zwo drei vier

Kann man Herzen fragen
ein Kind darunter tragen
kann man es verschenken
mit dem Herzen denken

Sie wollen mein Herz am rechten Fleck
doch seh ich dann nach unten weg
da schlägt es in der linken Brust
der Neider hat es schlecht gewusst

Links zwo drei vier

Si possono spezzare i cuori?
Possono parlare i cuori?
Si possono torturare i cuori?
Si possono rubare i cuori?

Vogliono il mio cuore nella zona destra [1]
ma poi guardo in basso
là batte a sinistra

Possono i cuori cantare?
Può un cuore scoppiare?
Possono i cuori essere puri?
Può un cuore essere di pietra?

Vogliono il mio cuore nella zona destra
ma poi guardo in basso
là batte a sinistra
sinistra due tre quattro [2]

Si può domadare ai cuori?
(Si può) portarci sotto un bambino? [3]
Si può darlo via?
(Si può) pensare con il cuore?

Vogliono il mio cuore nella zona destra
ma poi guardo in basso
là batte nel petto sinistro
l’invidioso l'ha conosciuto male

Sinistra due tre quattro

[1] "Am rechten Fleck" può significare anche "al posto giusto"

[2] “Sinistra due tre quattro” è un canto militare usato mentre si marcia. “Zwo” si usa spesso al posto di “zwei” per non fare confusione con “drei”. Negli ambienti militari si preferisce “zwo” quindi la scelta appare coerente con il tema della canzone.

[3] “Ein Kind unter dem Herzen tragen” è un’espressione oggi in disuso che significa “essere incinta”. Qui ho preferito la traduzione letterale per mantenere la stessa “impostazione” del testo originale.

Foto © Michel Fernando

Commenti

commenti

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento